La psicologia di fronte al corpo e all'energia - Blog - Luigi Lacchini - naturopatia ayurvedica e psicologia dello Yoga e del Tantra

Filosofia e psicologia yogico-tantrica
Body, Touch & Care - Life Coaching Method
Psicologia yogico-tantrica
BTC - Life Coaching Method
Ricerca e formazione
Naturopatia ayurvedica
Psicologia dello Yoga e del Tantra
Tecniche corporee psicosomatiche ed energetiche
Ricerca e formazione
Filosofia
Psicologia
Tecniche corporee
Ricerca e formazione
Filosofia, Psicologia, Bodywork
Studio Lacchini
Naturopatia ayurvedica
Studio Lacchini
Studio Lacchini
Body, Touch & Care Method
Psicologia e filosofia dello Yoga e del Tantra
Tecniche corporee psicosomatiche ed energetiche
Naturopatia ayurvedica
Naturopatia ayurvedica
Vai ai contenuti

Menu principale:

La psicologia di fronte al corpo e all'energia

Luigi Lacchini - naturopatia ayurvedica e psicologia dello Yoga e del Tantra
Pubblicato da in psicologia ·
Tags: psicologiapsicologia_yogicotantricapsicosomaticabioenergia


Uno degli ambiti che distingue profondamente l'impostazione psicologica occidentale da quella ispirata alla via yogico-tantrica è l'atteggiamento nei confronti del corpo e dell'energia.

La psicologia yogico-tantrica di fronte a corpo ed energia

Nella prospettiva orientale, il fatto che corpo e mente siano considerati manifestazioni vibrazionali a frequenze diverse della medesima energia naturale fa sì che ogni problema psichico sia inevitabilmente anche fisico e viceversa, ed entrambi abbiano una matrice energetica. Pertanto, la psicologia di ispirazione yogico-tantrica, così come le medicine tradizionali orientali,  non può immaginare alcun trauma psichico che non si cristallizzi nel corpo e nell'energia, né alcuna malattia fisica che non abbia una risonanza psichica ed energetica, né alcuno squilibrio energetico che non abbia, alla lunga, manifestazioni somatiche e psichiche. I tre ambiti sono inestricabilmente collegati.
Perciò, in termini tecnici, è persino scorretto parlare di "psicologia" yogico-tantrica, se con questo termine si intende un sapere terapeutico dedicato in maniera specifica alla psiche. L'approccio delle discipline terapeutiche orientali è sempre orientato verso la globalità dell'essere umano, nelle tre componenti somatica, psichica ed energetica, aggiungendovi poi anche quella spirituale.



La psicologia occidentale la pensa diversamente

Questa prospettiva è stata a lungo ignorata – se non derisa – dalla psicologia “ufficiale” occidentale. Solo negli ultimi venti o trent'anni alcune scuole, a partire dalla Bioenergetica di Lowen hanno fatto propria questa convinzione, giungendo ad affermare che nessun trauma psichico è davvero superato fino a quando non siano rimosse le sue memorie corporee e cellulari.
Se ultimamente la consapevolezza teorica circa la necessità di lavorare anche sul corpo sta crescendo considerevolmente nella comunità psicologica occidentale, molto poco accade nella pratica psicoterapica, dove l'utilizzo concreto di tecniche in grado di coinvolgere corporeità e sensorialità e praticamente assente.
La psicologia occidentale parla moltissimo di corpo e della sua interazione con la psiche, riempie volumi e simposii, ma nel bagaglio professionale degli psicologi le tecniche concretamente utilizzabili per lavorare sul corpo sono poco o niente, questo anche a causa degli "steccati" deontologici che sostanzialmente vietano agli psicologi il contatto fisico con gli assistiti, anche se, di per sé, si potrebbe fare ottimo lavoro psicocorporeo anche senza tocco.
Proprio perché gli approcci psicoterapeutici e psicoanalitici tradizionali trascurano del tutto la dimensione somatica, scontano un altissimo prezzo di fallimenti ed enormi lentezze dell’azione terapeutica.



Le interazioni corpo-psiche-energia

Se poi si passa a considerare le interazioni fra corpo, psiche ed energia, l'approccio psicologico occidentale standard semplicemente ignora del tutto la tematica. In effetti la cosa un po' stupisce, perché anche la medicina “ufficiale” che non è certo nota per la sua apertura mentale e per la mancanza di interessi lobbystici, sta sempre più aprendosi alla possibilità di integrare le pratiche energetiche della medicina tradizionale cinese all'interno di protocolli di cura. Spesso, semplicemente, si ignora la ponderosa letteratura scientifica che da decine di anni sta studiando questi argomenti.

La psicologia e la psicoterapia ufficiali guardano con molto sospetto e malcelata ironia le “assurde pratiche” dei misteriosi “operatori olistici”, temendo per lo più che vadano ad interferire con il loro lavoro e destabilizzino quadri clinici (apparentemente) equilibrati. Mi sono scontrato centinaia di volte con questi pregiudizi, forse anche giustamente dovuti al fatto che la formazione e la competenza dei suddetti “operatori olistici” sia largamente discrezionale.

La psicologia di ispirazione yogico-tantrica, si muove ovviamente con tutt'altra consapevolezza. In effetti, per il mondo orientale, il campo dell’energia è quello che sta a monte della psiche e del corpo; le tecniche in grado di attivare tale energia, di muoverla, di riequilibrarla, possono agire potentemente sull’intero sistema psicosomatico.
Sono le discipline olistiche quelle che hanno cercato di mixare la componente somatica, psicologica ed energetica. Tecniche come il bodywork psicosomatico, il massaggio californiano, la “Emotional Freedom Technique” hanno aperto la strada al lavoro di ricerca che ho portato avanti negli ultimi vent'anni e che si è sintetizzato nel “Body, Touch & Care Method”, il mio metodo di life coaching olistico.

Queste prospettive funzionano?

Direi di sì, anche se i numeri a cui posso fare riferimento sono troppo piccoli per essere statisticamente significativi.
Tuttavia, insieme alla Dott.ssa Tiziana Bocci, psicologa e counselor, ho verificato sul campo, per oltre due anni, l’efficacia di approcci misti, dove tradizionali modalità di intervento psicoterapico e di counseling vengono introdotte dopo un adeguato lavoro energetico. La potenza e la rapidità degli interventi che in questo modo si determinano sembra confermare che i presupposti teorici della psicologia yogico-tantrica siano del tutto corretti.
Fonti di questo articolo:



Nessun commento

Luigi Lacchini
formazione@luigilacchini.it
+39 377 1840412
Luigi Lacchini
formazione@luigilacchini.it
+39 377 1840412
Luigi Lacchini
377 1840412
formazione@luigilacchini.it
Torna ai contenuti | Torna al menu